L'ARTE PORTA FUORI


video-installazione collettiva realizzata dalle persone detenute della casa circondariale di Monza Sanquirico


Un allestimento multi-schermo a più livelli, con video-proiezioni

mappate su elementi scenografici, sorprende gli spettatori,

accompagnandoli in un breve ma intenso viaggio nelle emozioni

e nella quotidianità delle persone detenute.


L’opera è il risultato del Corso “Diventare Videomaker” che

Diego Capelli, Carlo Concina e Cristina Maurelli hanno tenuto

per sei mesi all’interno della casa circondariale.

Dopo aver appreso le tecniche di base di ripresa e montaggio,

i corsisti detenuti hanno realizzato i video per una suggestiva

video-installazione sul tema “Violenza&Libertà”, con le

musiche originali di Francesco Pederzani.


Il lavoro vuole abbattere il pregiudizio che separa il “dentro” dal

“fuori” avvicinando studenti e cittadini alla realtà del carcere

e sottolineare l’importanza degli interventi formativi e educativi

all’interno delle mura della Casa Circondariale di Monza.

L’originale interpretazione del tema permette riflessioni e

confronto sull’argomento della legalità, della violenza e della

libertà. Questa forma d’arte permette infatti un contatto tra

realtà lontane e diverse e favorisce il misurarsi con qualcosa

di insolito, aprendo nuovi orizzonti.