IL DOPPIO OSCURO

Racconti di vittime e carnefici


Le grandi guerre di conquista hanno lasciato il passo

alla guerra civile.

Fratelli contro fratelli. Amici contro ex amici.

Di casa in casa, sulla stessa terra. Generazioni d’odio.

Carnefici e vittime, persecutori e perseguitati.

Il loro confronto aggiunge odio all’odio e porta nuove

vittime e nuovi carnefici, spesso ribaltando i ruoli.

E a guerra finita, la condanna puo' proprio essere

la convivenza che ancora costringe vicini

questi due mondi.

Questo e' un viaggio nell’orrore della violenza.

Della violenza che non ha ragioni, solo giustificazioni.

Giustificazioni che si chiamano intolleranza, ignoranza,

poverta', paura.

All’improvviso un uomo “normale” si trasforma

in un assassino, una donna tranquilla in una carnefice.

Attraverso la lettura di brani di Horacio Verbitsky,

Yang Jiang, Mario Calabresi e i partecipanti al processo

di “Verita' e Riconciliazione” sudafricana,

questo recital propone un percorso dall’odio e dal

risentimento verso un superamento delle divisioni.

Uno spunto per riflettere e far pensare:

esiste una possibilita' di tornare a vivere insieme,

accettando il passato?

Da un'idea di Cristina Maurelli, interpretato da

Deborah Morese e da Stefano Menegale o da Davide Garbolino.

Musiche di Diego Capelli e Francesco Pederzani